Cronaca

Blitz dei carabinieri in Val Vibrata: rinvenuta l'auto usata per la spaccata al bar di Controguerra

sabato 14 ottobre 2017
I Carabinieri del Comando Compagnia di Alba Adriatica, coordinati dal Tenente Colonnello Emanuele Mazzotta, hanno svolto un servizio di controllo del territorio tra la zona nord di Alba Adriatica, nota come "ferro di cavallo",  e Villa Rosa di Martinsicuro. Nell’ambito dell’operazione sono stati ispezionati diversi casolari abbandonati  della zona. I Carabinieri della Stazione di Martinsicuro, del N.O.RM. della Compagnia e della Stazione di Alba Adriatica hanno identificato M.F. , 25enne di Tortoreto, già noto alle forze di polizia, denunciato per furto aggravato. L’uomo, a Martinsicuro, dopo aver rotto il deflettore di una Mercedes classe A, si è impossessato di un borsello, lasciato momentaneamente incustodito in auto dal proprietario, contenente un carnet di assegni e la somma in contante di € 100. I Carabinieri sono giunti ad identificare il 25 enne grazie alle testimonianze di alcuni residenti del posto. Insieme all’uomo sono stati denunciati, per inosservanza al foglio di via obbligatorio emesso dal Comune di Alba Adriatica,  altri tre pregiudicati tossicodipendenti, un rumeno 31enne senza fissa dimora in Italia, un 27enne di Martinsicuro ed un 48enne di Grottammare, perché bazzicavano nei pressi della stazione ferroviaria. Nel corso del servizio è stato identificato e segnalato anche A.G. 60enne, noto alle forze di polizia, in quanto nel corso della perquisizione veicolare veniva trovato in possesso di una roncola, oltre ad essere contravvenzionato per guida con patente scaduta e senza copertura assicurativa.  Ritrovata abbandonata in zona isolata anche l’autovettura Fiat Stilo con la quale ignoti alcuni giorni fa si sono resi responsabili del furto al Bar del centro a Controguerra. L’auto era stata rubata alcuni giorni prima ad un commerciante di Porto d’Ascoli. Nel corso dell’ispezione ad alcuni casolari nella zona di Villa Rosa sono state trovate alcune tende, utilizzate durante la notte da soggetti senza fissa dimora. La Polizia Locale di Martinsicuro ha interessato i proprietari dei casolari al fine di chiudere ogni via di accesso e non consentire il bivacco agli stranieri senza fissa dimora. Inoltre sono state elevate contravvenzioni per complessivi € 3.500, ritirate 2 patenti di guida, 1 carta di circolazione, sequestrate 3 autovetture  per mancanza della copertura assicurativa. 

Altri articoli di "Cronaca"
Cronaca
03/12/2017
Una violenta tempesta di pioggia e grandine si è ...
Cronaca
02/12/2017
Operazione dei carabinieri di Alba Adriatica, diretti dal tenente colonnello Emanuele ...
Cronaca
30/11/2017
Increscioso episodio accaduto nella mattinata di ieri, 29 ...
Cronaca
02/11/2017
 Incuria, abbandono, scarsa manutenzione: la denuncia ...